Marcello Pilato, Un siciliano a cinque stelle

Cosa saresti voluto diventare da piccolo?
Pilota di aerei
Quale piatto offriresti al tuo peggior nemico?
Un piatto di pasta insipida.
La tua foto più bella?
Quella con mio figlio.
Doccia o bagno?
Doccia… Scivolano via i brutti pensieri.
Topolino o Paperino?
Topolino, per la simpatia.
Guardia o ladro?
Guardia.
Un personaggio pubblico sopravvalutato?
Enrico Mentana.
Uno sottovalutato?
Luigi Di Maio.
La donna più bella?
Sophie Marceau
La donna che hai amato di più?
Mia madre.
Se tu fossi un animale?
Un cane.
Perché?
È un animale fedele e onesto.
Se fossi un frutto?
Uva… Si gusta acino per acino.
Come va servita la vendetta?
In salsa rosa.
Il momento più bello e il più brutto che hai vissuto?
La perdita di persone care. Il più bello: la nascita di mio figlio.
Come avresti voluto vivere?
Con un fratello… I miei fratelli erano più grandi di me e non sono stati molto presenti.
Una tua virtù?
La pazienza
Un vizio?
Non so resistere alle cose buone.
Cosa ami nel prossimo?
L’intelligenza.
E cosa detesti?
L’ignoranza.
Lo sport preferito?
Calcio
Sei un uomo d’amore o di libertà?
Libertà.
Una definizione per Renzi?
Gradasso.
Per Berlusconi?
Immorale
Per Beppe Grillo?
Idealista.
Quando la luna bussò?
Alle porte del buio.
Una scusa per dare buca?
Dire la verità.
Una città dove vorresti perderti?
Roma.
Un miracolo a cui hai assistito?
Il miracolo della vita, quando vedi nascere una creatura.
Il miracolo che hai fatto?
Mi fu diagnosticato un tumore tre anni fa… Il miracolo è di avercela fatta dopo tre mesi di chemioterapia.
Come immagini Dio?
Non riesco ad avere un’immagine.
Il film preferito?
Star Wars.
Il libro?
Il pendolo di Foucault.
Bianco e nero o a colori?
Nerazzurro!
Cosa faresti a un cane che ti chiede cibo ad ogni minuto della giornata?
Lo accontento, ne ho avuto uno così per dieci anni… Poi, poverino, è morto rifiutando il cibo.
Il tuo ricordo più bello?
Gli anni ’80!
… e il più brutto?
Il 2014, la malattia.
Con chi ti piacerebbe andare a cena?
Un filosofo.
L’ultima scazzottata?
Verbalmente è capitato, fisicamente mai.
Una battuta, una frase che non si dimentica…
Chi si ferma è perduto!
Soldi, gloria o dieci anni in più?
Dieci anni in più.
La scelta più felice?
Trasferirmi all’estero.
Che fai quando sei incazzato?
Penso ad altro, mi distraggo.
E quando sei euforico?
Mi lascio andare.
Il personaggio celebre che non avresti mai voluto essere?
Hitler.
E uno che hai ammirato?
Martin Luther King.
Chi ha ucciso JFK, la CIA, la mafia, Lee Harvey Oswald, Bugs Bunny o…?
L’America.
Quale canzone avresti voluto presentare tu a Sanremo? E duettando con chi?
Nel blu dipinto di blu con Domenico Modugno.
Se trovi un topo in casa, che fai?
Lo faccio uscire.
Di petto, alle spalle o la fuga?
Dipende da chi hai di fronte. Ma mai alle spalle.
Odio…
La falsità, la pasta insipida e gli incoerenti.
Amo…
La sincerità, il mare e l’amicizia.
Come ti piacerebbe morire?
Nel sonno.
Il tuo epitaffio?
Un siciliano a Cinque Stelle.

Marcello Pilato è candidato per il Movimento 5 Stelle al Senato Circoscrizione Estero – Europa.
53 anni, residente a Monaco di Baviera, origini siciliane.

________________

Intervista di

Antonio Ravi Monica
antrvmc@gmail.com

antonio ravi monica